Month: gennaio 2016

Una cornice porta – foto davvero speciale

Ciao a tutte!

Nei giorni scorsi, quando abbiamo pubblicato le foto del nostro calendario 2016 (a proposito: voi l’avete già scaricato? Se ancora non l’avete fatto, correte subito ai ripari cliccando qui 🙂 ) alcune di voi ci hanno scritto chiedendo informazioni sulla cornice in cui l’avevamo messo in bella mostra.

cal

Questa la foto con la cornice in questione 🙂

Visto che realizzare questa cornice porta-fotografie era stato molto semplice e  anche divertente, abbiamo pensato di creare per voi una specie di micro-tutorial per chi avesse voglia di mettersi all’opera, rispondendo così in una volta sola a tutte le vostre domande.

E’ veramente molto facile, a prova di #epicfail ed anche a budget estremamente ridotto (meno di 10€ totali!).

Ecco ciò che vi occore:

cornice

E , ovviamente, all’elenco manca la cornice! Potete scegliere la misura e le dimensioni che preferite e che più si adattano alle vostre esigenze: io ho acquistato una cornice Ikea della serie Nyttja che misura 50x70cm in modo da avere tanto spazio per attaccare le mie foto o stampe (e anche perchè avevo un spazio sulla parete piuttosto grande da riempire)! E, lo ammetto, anche perchè mi sono innamorata del suo colore (non a caso è uno dei miei colori preferiti!).  In più, costa solamente 7,50€!

Le istruzioni sono molto semplici:

1 Prendete la vostra cornice e eliminate la parte anteriore tenendo solo la struttura di legno (questi modelli ikea non hanno vetro davanti, ma solo una plastica trasparente).

2 Inserite le puntine (ma anche dei piccoli chiodini vanno benissimo) e posizionatele come preferite da un solo lato della cornice. Nel scegliere la distanza tra una puntina e l’altra, valutate bene le dimensioni delle vostre stampe o foto: se le mettete troppo vicine rischiate che poi, una volta appese, si sovrappongano creando un brutto effetto. Calcolate che su una cornice delle dimensioni che ho usato io (sul lato corto di 50 cm) ho messo 3 puntine per creare 3 diverse file.  Potete scegliere se mettere le puntine dal lato più lungo o da quello più corto, come preferite.  Prima di posizionare le puntine anche sull’altro lato dovete pensare all’effetto finale che volete ottenere: volete che le vostre foto siano diposte su file ordinate e dritte? Allora dovrete mettere le puntine nella stessa identica posizione anche dall’altro lato della cornice. Preferite invece un effetto un po’ più disordinato e irregolare (come quello che vedete nella mia foto)? Allora potete posizionare le puntine in modo più libero.

Senza titolo-1 Con uno spago o un nastro di cotone colorato (l’importante è che sia abbastanza resistente), fatte un piccolo nodo attorno ad una puntina e ripetete la stessa operazione dall’altro. Per valutare l’effetto finale potete decidere di tenere lo spago teso oppure lasciarlo leggermente più morbido, in modo che abbia un effetto più naturale.

punt

4Prendete le vostre foto o stampe e disponetele nel modo che preferite. Per fissarle io ho usato delle molletine di legno che ho acquistato in merceria, ma potete usare quelle che più vi piacciono, declinando così lo stile della cornice in mille modi diversi: potete usarle colorate o decorate, ad esempio, se la cornice è destinata alla stanza di un bimbo o se semplicemente volete che sia più allegra e divertente. Liberate la vostra fantasia!

Ed ecco fatto: ora che la vostra cornice è pronta non vi resta altro che appenderla! 🙂

cornice2

Buon lavoro!

P.s. Per qualsiasi suggerimento o dubbio sulla realizzazione, siamo sempre qui!

eda3a-firma2brobi

 

 

3 buoni propositi per il 2016

Premetto che ho sempre fatto fatica a fare una lista di buoni propositi e quando poi faticosamente sono riuscita a buttar giù un elenco, puntualmente non ne ho rispettato nemmeno uno.

Onde evitare di arrivare a fine anno con i sensi di colpa, con il tempo semplicemente ho smesso di farla.

La verità è che più aumentano gli anni e più diminuisce il mio entusiasmo in generale, figuriamoci per perdere tempo a scrivere cose che so già che non farò. Ho scritto tanti di quei “voglio perdere quattro chili entro giugno” che ho perso il conto (e non i chili).

Gli ostacoli che la vita ci pone davanti in continuazione, I problemi, gli acciacchi, il volto che cambia, i figli che crescono, le cose che accadono, il dolore, lo stress mi tolgono gradualmente energia.  Per trovare dentro di me l’ entusiasmo devo fare un grandissimo sforzo quotidiano ed un immenso lavoro su me stessa, sono finiti i tempi in cui sprizzavo energia da tutti i pori.

Sono assolutamente convinta che sia una fase della vita e che sia tutto normale, anche grazie al confronto con amiche e donne coetanee o con qualche anno in più. Ma sono anche convinta che sia necessario darsi da fare per non permettere alla situazione di sfuggirci di mano: qualche persona l’ho vista naufragare nel mare della depressione e poi della disperazione.

Resta il fatto che un tempo la mia lista si accontentava di un semplice “voglio perdere quattro chili” entro giugno, oggi non è più così.

Oggi devo pensare a cose che mi aiutino a coltivare l’entusiasmo e a moltiplicarlo per non affondare, per affrontare le giornate con il sorriso e la voglia di fare.

Così se per onor del blog devo proprio fare un elenco di buoni propositi per il 2016 voglio puntare in alto:

  1. Voglio azzerare i miei impianti
  2. Voglio dimenticare i miei incubi
  3. Voglio ricordare i miei sogni e realizzarli.

Badate che non scherzo.

(Intanto cerco fortuna)

12439129_10206816042093547_6199531630728847109_n

 

12316171_10206816043893592_3649202742976301327_n

0c2d5-firma2bbarbara

© 2017

Theme by Anders NorenUp ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi