Month: novembre 2016

A dicembre non rompete…gli Scatolini! Un calendario dell’avvento alternativo

fullsizerender2

Non so perchè, ma ogni anno mi ritrovo sempre in questa situazione: solo ieri finivano le vacanze e la scuola cominciava e poi…tac! In un attimo siamo già arrivati a Natale!

Personalmente è una festa che amo molto: mi piacciono le case decorate, gli alberi, le passeggiate in centro con le vie illuminate, il tempo casalingo che si dilata e si trasforma in serate con gli amici, in famiglia, regali e chiacchiere. Certo, tutto questo porta con sè anche una buona dose di ansia e stress, perchè riuscire a vivere tutto pensando solo a queste cose belle (e non a tutto quello che ‘dovremmo’ fare prima del Natale!), non è certo facile.

Invece questo dovebbe essere proprio il momento in cui si rallenta, si respira un po’ di più: un momento in cui il tempo assume un significato diverso.

Basta con corse e ansie per i regali o maratone tra parenti, dovremmo cercare (o almeno provare!) a rallentare davvero un pochino questo Dicembre e dedicare un po’ di tempo in più, e soprattutto diverso, a noi stessi e alle persone che amiamo!  <3

E quest’anno in vostro soccorso arrivano….gli Scatolini!!

img_7452

Ma cosa sono gli Scatolini? Chi segue il nostro blog già da un po’ ormai li conosce bene: sono semplicemente delle piccole ‘scatoline’, che assumono ogni volta una funzione ed una ‘forma’ diversa. Sono dei pdf gratuiti che potete scaricare e che potete utilizzare in qualsiasi modo vi suggerisca la nostra fantasia. Noi vi diamo giusto qualche piccola idea  😉

Il nostro calendario dell’avvento spera quindi di aiutarvi per farvi arrivare al Natale almeno un po’ più sorridenti. Infatti quest’anno i nostri Scatolini vogliono accompagnarvi giorno per giorno anche con un piccolo pensierino, un’idea per fermarvi un attimo a pensare, per dedicarvi una coccola in più. Smessi i panni di elfi, renne, babbi natale, pupazzi di neve e angioletti (che se invece però preferite potete trovare sempre a questo link 😉 ), abbiamo pensato di proporvi una versione decisamente diversa: gli Scatolini diventano un piccolo albero di Natale, da costruire scatolino per scatolino e da riempire di dolci e caramelle e di piccoli pensieri felici.

Ecco le istruzioni per realizzare il vostro meraviglioso alberello di Scatolini:

  1. Scaricate i file degli Scatolini da questo link e stampateli su un buon cartoncino (almeno un 160 grammi!), perchè senza un po’ di resistenza la struttura non riesce a stare in piedi. Ricordate che poi dovrà anche essere riempita di caramelle  o di quel che preferite. 😉
  2.  Tagliate gli Scatolini lungo le linee esterne continue e piegate bene lungo le linee tratteggiate. Aggiungete un goccio di colla o scotch dove indicato.
  3.  Mettete del biadesivo fra uno Scatolino e l’altro per cominciare a creare la struttura dell’albero.

img_7409

(Per sapere in quale ordine attaccarli fate riferimento a questa immagine.)

schema

                            4. Mettete una striscia abbondante di biadesivo anche tra un livello e            l’altro degli Scatolini: vedrete che piano piano la struttura prenderà forma.

img_7415

                         5. Scaricate il file con le frasi da questo link, stampateli su carta qualsiasi e riepiegateli e arrotolateli in modo da infilarli all’interno degli Scatolini con un dolcetto, una caramella o un piccolo regalino.

img_7429

fullsizerender

Ed eccolo qui: il vostro magico alberello natalizio di Scatolini è fatto!

img_7446

P.s. Non credete anche voi che faccia una figura bellissima nel mio salotto? 😉

nuova firma robi

 

Remember November

Cara Signora Trippando e cari Amici di Remember November,

premetto che amo Novembre. In questo mese sono nata io e anche uno dei miei figli, quello che ha avuto la sfortuna di avere ereditato tutti i miei difetti.

Ho accettato con gioia la sfida di questo corso, ma devo confessare che per questi primi dieci giorni ho fatto tanta fatica a tenere il passo. Voi siete tutti bravissimi e io non voglio sembrare la solita stronza, così ora provo a spiegarmi.

Ci è stato chiesto di “raccontare” con immagini il nostro passato: l’umiltà, le nostre radici, il nostro  nome, la nostra famiglia, gli studi fatti, i libri letti, gli amici amati, il lavoro svolto e le passioni coltivate o accantonate. Non me l’aspettavo.

Il problema è che io tutti gli elementi del passato li vedo come se fossero in movimento dentro ad un frullatore (rendo l’idea?). Ho ben chiare le mie radici, certo. Discendo da un tale che si chiamava Torello e ho detto tutto.

Fin qui ho però fatto fatica a “raccontarmi” perché in questo momento nemmeno io so bene chi sono. Forse è normale dopo tanti cambiamenti e sicuramente sono in un’età (quella di mezzo) in cui un ulteriore cambio di vita ha sferzato un colpo troppo duro al mio io già provato.

Più volte nel corso degli anni ho cambiato rotta, forse questa volta ho virato troppo bruscamente. Non lo dico con tristezza, ho scelto tutto quello che ho fatto. Ad un certo punto, semplicemente, le persone che amo hanno avuto bisogno di me e io ho deciso di esserci. Esserci mi ha dato tanto, ma tanto mi ha tolto.

Nel mentre una persona che amavo se ne è andata per sempre, troppo presto, tagliando bruscamente un ramo al mio già scarno albero genealogico. Tra l’altro anche Lei era nata in Novembre. Il 22 chiamavo io e il 27 chiamava Lei, per quasi quarant’anni. Io ora il 22 non so che fare.

Un tizio che si intende di psicologia ha detto che sto tentando di sparire nella nebbia. Quel tale ha ragione. Se non fosse per Mamme in fuga, il blog mio e di Roberta, sarei già scomparsa da almeno un anno.

Remember November è un’occasione per riscoprirmi e io ci voglio essere.

img_5253

nuova firma barbara

© 2017

Theme by Anders NorenUp ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi