Month: gennaio 2017 (page 1 of 2)

Il Planner settimanale targato Mamme in fuga

Sono settimane stranamente tranquille queste, dopo un periodo affannoso e in rincorsa come solo quello natalizio/fine anno sa essere. Ma, nonostante questa situazione di calma (diciamo solo apparente!), mi ritrovo ogni tanto a fare il punto della situazione e a rendermi conto che sono in arretrato già su tutta la linea.

E questo mi genera e crea un pochino di ansia…capita anche a voi?

Cerco in tutti modi di organizzarmi al meglio, in modo da sentirmi pronta ma – ahimè! – io pronta non mi sono sentita e probabilmente non mi sentirò MAI! Scrivo mille liste con le cose da fare, ho una bellissima agenda per aiutarmi a pianificare e programmare tutto, eppure  alla fine mi perdo sempre qualche pezzo! 😀

Così, per aiutarmi ad aumentare ulteriormente la mia disorganizzazione, ho aggiunto a tutto questo un planner settimanale!

E’ un planner che stampo e tengo sulla scrivania davanti al computer, in modo da avere sempre sotto gli occhi gli impegni e le cose da fare proprio in quei giorni, senza stare a preoccuparmi o angosciarmi troppo di quello che succederà la settimana successiva.  Voglio affrontare una cosa alla volta, con spirito ZEN (come diciamo spesso Barbara ed io 😀 ).

Scherzi a parte, ho scoperto che è utilissimo, perchè compilandolo ogni domenica sera, mi permette di fare il punto della situazione sulla nuova settimana che sta per arrivare, e mi costringe a controllare e verificare appuntamenti che magari avevo segnato tempo prima e di cui nel frattempo mi ero già totalmente dimenticata!

Ho deciso però di fare le cose ancora più in grande! La scorsa settimana infatti ho fatto un mega acquisto: la plastificatrice!! Era uno di quegli oggetti da crafter che sognavo da tantissimo tempo e così quando ho scoperto una super offerta da 15,00€ non ho potuto dire di no! Quindi ho stampato il planner una volta sola, l’ho plastificato…ed ora ci scrivo sopra con dei pennarelli da lavagna!

Così posso cancellare, modificare, pasticciare (avete idea di quanti cambi di programma capitino in una sola settimana con tre figli adolescenti?!) e poi ricominciare di nuovo la settimana successiva, grazie ad una sola passata con il cancellino! 🙂

In questo modo risparmio carta e ho la possibilità di rendere il mio planner adattabile ai miei giorni e impegni sempre un po’ caotici e confusi.

Ora, bando alle chiacchere! Se anche voi volete il nostro planner, cliccate a questo link per scaricare la versione gratuita in pdf!

E…buona settimana a tutti!

“Gioiello delle penisole e delle isole”

Eccoci qua: due squilbrate alle prese con un autoscatto fra gli storici ulivi delle Grotte di Catullo a Sirmione in un freddo giorno di dicembre, uniche turiste presenti.

Essere sole rende questo luogo, già di per se’ meraviglioso, ancor più magico: un vero richiamo alla pace e alla meditazione oltre che un tuffo nel passato e nella storia. Io e Roberta camminiamo lentamente immedesimandoci nei proprietari di una villa di cosiffatte proporzioni e inserita in un contesto di così rara bellezza. (Da agente immobiliare rido sotto ai baffi immaginando di doverla proporre a potenziali acquirenti).

Del resto siamo sulla punta della penisola di  Srimione, “gioiello delle penisole e delle isole , fra tutte quelle che il duplice Nettuno accoglie nei chiari laghi e nei vasti mari!” : parola di Caio Valerio Catullo.

Il riferimento a Catullo deriva proprio dai versi del poeta latino di origine veronese che cantava Sirmione, ma questa “soluzione abitativa” non apparteneva a lui.

 

 

L’area archeologica delle Grotte di Catullo conserva al suo interno i resti di una delle maggiori ville residenziali dell’Italia settentrionale.  Le indagini più recenti hanno permesso di collocare la costruzione della villa in età augustea (ultimi decenni del I secolo a.C. – inizi III secolo d.C.)

 

 

 

La dicitura grotte sta ad indicare i vani crollati, coperti dalla vegetazione, entro i quali si poteva entrare come in cavità naturali.

All’improvviso ci rendiamo conto di non essere sole, ma in compagnia di un’altra Mamma in fuga.

 

 

Dopo esserci immerse completamente nella magia delle Grotte di Catullo decidiamo di vedere Sirmione anche dall’alto ed entriamo nella Rocca Scaligera.

Catullo aveva proprio ragione!

 

 

Una Mamma in fuga doc riceve un messaggio da un figlio anche in cima ad un mastio sfoggiando le sue grande abilità nel problem solving anche a 150 km di distanza.

 

 

Older posts

© 2017

Theme by Anders NorenUp ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi